Web Marketing Turistico

Non molliano agli intermediari!!

Non molliamo agli intermediari!!
E per intermediari intendo Booking.com.

Da una analisi veloce sulle installazioni Vertical Booking dei nostri clienti colpisce la quota di vendite del colosso mondiale delle prenotazioni on line. Quasi il 90% delle prenotazioni provenienti dagli IDS sono firmate booking.com.
I competitor dividono solo le briciole, per ora.

Su 8 installazioni, di cui 6 hotel 3 stelle e 2 hotel 4 stelle, dal 1 gennaio 2014, rilevo i seguenti dati:

Totale prenotazioni on line dal 1/1/2014 al 6/7/2014 = € 1.475.538

Totale Ids = € 1.008.332
di cui Totale Booking.com = € 882.254
e Totale Expedia = € 112.782
e gli altri briciole.

Totale prenotazioni dirette = € 468.070

Allo stato attuale i siti internet degli hotel vendono direttamente un pò meno del 50% sul totale delle prenotazioni on line.

Mi prenderò il tempo necessario per confrontare i dati di vendite delle medesime installazioni con il 2013 per capire le variazioni del mercato rispetto alla passata stagione.

Non molliamo agli intermediari, però.
E’ un monito che lancio a seguito di una conversazione con uno di quegli 8 albergatori che usa Vertical Booking presi in esame sopra.

Lei mi dice:”Con booking.com lavoro bene, e soprattutto disallineo i prezzi recuperando la commissione sul venduto”.

Io sinceramente non condivido questa linea di principio poichè se continuiamo (albergatori) a cedere “potere di vendita” agli intermediari diamo il controllo del proprio business, ancora una volta, a terzi.
E internet doveva aiutare gli Albergatori a fare esattamente la cosa inversa.

Unusued Trips: un nuovo modo di vendere viaggi

La crisi che ha colpito il privato a livello internazionale si è riflettuta sul turismo online dando vita a tutta una serie di nuovi canali di compra-vendita di viaggi, che solitamente puntano sullo sconto, sul last minute e sulle vendite flash.

Difatti gli ultimi nati della categoria sono i siti web dove possono essere rivenduti a prezzi scontati i soggiorni in hotel non rimborsabili né cancellabili di cui l’acquirente non può usufruire per un motivo o per un altro.

“Ogni anno i viaggiatori in tutto il mondo perdono circa 10 miliardi di dollari in camere di hotel pagate in anticipo e 7 miliardi di voli non utilizzati. Fortunatamente negli ultimi dodici mesi ben 3 siti web legati a questo mercato secondario sono emersi” – riporta in tono ottimistico la BBC.

Stiamo parlando, per quanto concerne gli hotel, dei siti Hall St e Cancelon, sorti probabilmente sulla scia dei già esistenti siti per scambiare o rivendere i voli come Changeyourflight.

Hall St

Cancelon

.

Expedia su Trivago: notizia snobbata?

In questi giorni mi è capitato di leggere una intervista di Giulia Eremita di Trivago.it che risale alla fine del 2012, in occasione del WHR di Roma, dove svela in anteprima l’acquisizione di Trivago da parte di Expedia Inc.

Ho provato a fare una ricerca veloce in rete ed ho l’impressione che questa importante novità sia rimasta un pò nell’ombra. Intanto anche Trivago, che pareva mantenere una posizione super partes rispetto agli altri siti di comparazione e recensione degli hotel, viene assorbita dal più grande colosso mondiale di e-travel.

Expedia Inc continua dunque la sua opera di acquisizione verso un mercato monopolista.

Si configura dunque una situazione dove l’albergatore sarà stretto tra i gruppi Expedia e Booking.com che oggi si spartiscono la quasi totalità delle prenotazioni on line.

Recensioni: rispondere si può

Tutti i siti e i portali dove è possibile rispondere:
In una politica di difesa della Vostra immagine è necessario tenere costantemente sotto controllo e rispondere alle recensioni scritte dai vostri clienti su internet. Ecco la lista dei siti dove è possibile replicare e le indicazioni per farlo:
OTA (Online Travel Agencies)

Expedia – Hotels.com: Sul circuito di Expedia è possibile rispondere alle recensioni pubblicamente. Basta accedere all’Expedia PartnerCentral.
Travelocity: fin dal 2011 permette agli albergatori di rispondere, caricare foto o video. Questa è una feature utilissima in caso vogliate dare prova effettiva dei cambiamenti fatti in hotel, mostrare i restyling effettuati o i nuovi servizi offerti (http://connect.travelocity.com/Hotel).
HRS: anche questo portale permette fin dal 2011 di gestire e rispondere alle recensioni. Trovate tutte le indicazioni e le best practice sulla scheda My Guest Evaluations.

Siti di recensioni

TripAdvisor: se non lo avete ancora fatto, potete iscrivervi come Owners e rispondere alle recensioni. In alternativa, potete inviare anche un messaggio privato a chi vi ha scritto, in caso dobbiate gestire qualche situazione particolarmente problematica.
Trivago: su Trivago potete iscrivervi gratuitamente e rispondere alle recensioni. Su Slideshare è disponibile un’utile presentazione di Trivago dove viene spiegato in dettaglio come fare.
Zoover: anche in questo caso potete creare un Account Proprietario e avere la possibilità di rispondere ai commenti.
Holiday Check: iscrivendosi all’Area Manager, è possibile rispondere alle recensioni pubblicamente.
Yelp: come ricorderete, Yelp nel 2011 è sbarcato anche nella Penisola e permette di replicare online come spieghiamo in questo articolo. Yelp offre i suoi consigli per rispondere a recensioni positive e negative sul Support Center.

Altri siti importanti:

Google Plus: visto il peso notevole che sta assumendo il social network di Google, sia sulle mappe che su Carousel, è bene ricordare che potete rivendicare la pagina dell’hotel e ovviamente rispondere alle recensioni. Google offre persino un vademecum su come farlo al meglio.

(fonte bookingblog)

Consulenti marketing in campo per il territorio.

Senza la Governance chi pensa alla Destinazione?

Disintermediare Intermediando?

Gli Albergatori incentivano i clienti a prenotare da booking.com

Albergatore: dal ruolo di gestore al ruolo di venditore

Albergatori, 3 semplici regole per contrastare la crisi